Piano di studi

La didattica dei Corsi triennale è organizzata in laboratori progettuali e insegnamenti teorici, con frequenza obbligatoria, suddivisi in due periodi didattici.

Attorno al nucleo principale costituito dalle discipline di progetto, negli ambiti del design del prodotto, delle comunicazioni visive e del multimedia design, si strutturano sia le attività di supporto alla progettazione, come la rappresentazione e la modellistica, sia gli insegnamenti scientifici, tecnologici, storico-critici ed economici.

I laboratori permettono allo studente di assimilare e sperimentare la complessità e i tempi del progetto, dall’analisi ai primi schizzi dell’idea, agli elaborati fino ai prototipi. Gli insegnamenti teorici, sono organizzati in modo da verificare la preparazione dello studente anche mediante esercitazioni. Completano l’offerta formativa, seminari e workhop disciplinari specifici.

L’esame relativo a ciascun insegnamento, previa attribuzione di frequenza, può essere sostenuto nei due appelli successivi al periodo didattico in cui si sono svolte le lezioni o nella sessione di settembre di recupero per tutti gli insegnamenti, del primo e secondo periodo didattico.

Primo anno

Primo semestre

L’obiettivo di questo corso è fornire gli strumenti per l’analisi e la gestione delle forme e delle operazioni geometriche, bidimensionali e tridimensionali, insieme agli strumenti per la loro rappresentazione – il tutto naturalmente finalizzato alla progettazione. Le lezioni teoriche, alla base dell’insegnamento, sono affiancate da esercitazioni pratiche su alcuni temi, direttamente svolte dagli studenti, con il supporto della docenza: i vari argomenti trattati hanno infatti, come scopo ultimo, la traduzione dei concetti teorici in progetti creativi. L’intero corso è così pensato per essere un ponte fra la scienza, in questo caso la geometria, e l’arte.

Docenti

Ramin Razani

Collaboratori

Laura Tardella

L’obiettivo del corso è di sviluppare nello studente la capacità di analizzare e di rappresentare l’oggetto e la sua relazione con l’uomo e con lo spazio attraverso il disegno. Si propone anche di stimolare nello studente un’attitudine alla curiosità e all’esplorazione critica del mondo degli artefatti.

Docenti

Olga Barmine

Collaboratori

Pietro Garofalo

Il Corso approfondisce e sperimenta sulle pratiche del disegno, uno dei linguaggi che il designer utilizza quotidianamente per documentarsi, per pensare e, progettando, per esprimersi e comunicare con gli altri, siano essi tecnici, colleghi o committenti.

Collaboratori

Francesca Santi

Accompagnare la progettazione teorica con l’attività pratica consente di espandere e rafforzare la conoscenza: “learning by doing”

Realizzare modelli e prototipi è essenziale all’interno di un processo progettuale convincente, non solo perché sostiene e verifica il progetto teorico ma anche e soprattutto perché amplia le conoscenze e fornisce la chiave di volta verso soluzioni più efficaci e innovative.

Modellistica per il design

Collaboratori

Jessica Bizzoni

Il corso intende fornire allo studente uno strumento utile nel percorso di elaborazione e rappresentazione del progetto, non solo nella costruzione di un modello fisico. Si vuole stimolare nello studente l’utilizzo del modello come verifica solida di un pensiero e di capacità critica, di ricerca, di verifica funzionale, dimensionale e figurativa.

Collaboratori

Giorgio Dall’Osso

Il corso si articola in lezioni teoriche, pratiche ed esercitazioni in aula.

Saranno trattate le regole della rappresentazione digitale a partire dai fondamenti (pixel, griglia raster, sintesi cromatica analogica e digitale…) per poi intraprendere un percorso, che attraverso lo sviluppo guidato di un progetto che prevede l’uso di software di elaborazione digitale delle immagini, del disegno vettoriale e di DTP,  porterà gli studenti a comprendere le nozioni che sottendono i processi di elaborazione digitale e di controllo del rapporto tra prodotto informatico ed analogico.

Si prevedono approfondimenti su caratteri e font, sull’evoluzione delle teorie del colore e sul rapporto tra sintesi sottrattiva e additiva

Collaboratori

Arianna Cremona

La collocazione del corso al primo anno, impone un approccio interdisciplinare, proprio nell’ottica della nuova figura del designer, per come si va delineando a livello europeo. S’intende perseguire negli studenti una costante sollecitazione alla conoscenza e alla capacità interpretativa dei valori storici dell’architettura, oltre che una progressiva consapevolezza del rapporto tra teoria, storia e progetto.

Docenti

Elena Brigi

Collaboratori

Cantarin Claudia

Il corso, di carattere istituzionale, mira ad offrire allo studente le competenze utili ad orientarsi nel quadro generale delle arti visive, dal 1900 alle tendenze dell’arte del presente.

Docenti

Marco Pierini

Collaboratori

Mauro Perosin

Secondo semestre

L’orizzonte progettuale caratterizzante il laboratorio è quello del limite. L’ambito al quale si rivolge il progetto è principalmente quello del design di pubblica utilità, dei servizi per il pubblico e per le istituzioni, nell’ottica di contribuire a rendere lo studente soggetto attivamente partecipe dei processi e delle strategie di sviluppo e crescita sostenibile per la società e per l’ambiente, se possibile, nella consapevolezza del valore del bene collettivo.

Collaboratori

Matteo Giustozzi

Il Laboratorio si dividerà in una prima, breve esercitazione iniziale, durante la quale gli studenti affronteranno un tema di progetto “guidato” da caratteristiche che ne semplificano lo svolgimento. Tale esercitazione ha lo scopo di introdurre gli studenti alla pratica progettuale. Seguirà un tema di progetto più complesso che verrà sviluppato durante tutto il Laboratorio e che vedrà gli studenti impegnati singolarmente o in gruppo in esercitazioni e verifiche periodiche fino alla presentazione del lavoro finale d’esame.

Collaboratori

Federico Paternò

Il laboratorio si pone come obiettivo quello di fornire agli studenti le basi tecniche, metodologiche, critiche e culturali nell’ambito della progettazione visiva. Nello specifico le lezioni frontali saranno strutturate in modo che sia evidenziata la complessità del sistema di discipline afferenti alla comunicazione visiva contemporanea, soprattutto in relazione alle sempre più veloci innovazioni tecnologiche, agli sviluppi dei sistemi produttivi nonché alle dinamiche di mutazione sociali e culturali del XXI secolo.

Collaboratori

Emanuele Lumini

Il laboratorio di design della comunicazione si pone come obiettivo quello di approfondire le basi tecniche e metodologiche della progettazione visiva, nonché di garantire e stimolare la conoscenza del mondo della comunicazione visiva.

Collaboratori

Tommaso Monaldi

Il corso intende fornire allo studente strumenti utili nel percorso di elaborazione e rappresentazione fisica del progetto, attraverso l’elaborazione meccanica (avanzata) di oggetti suddivisi in modelli di studio, modelli di progettazione e verifica, modelli finiti di presentazione del progetto.

Collaboratori

Jessica Bizzoni

Il corso intende fornire allo studente strumenti utili nel percorso di elaborazione e rappresentazione fisica del progetto, attraverso l’elaborazione meccanica (avanzata) di oggetti suddivisi in modelli di studio, modelli di progettazione e verifica, modelli finiti di presentazione del progetto.

Collaboratori

Giorgio Dall’Osso

Lo svolgimento del corso è scandito da una serie di tutorial che mostrano in modo pratico quanto introdotto nelle lezioni teoriche e vengono tenuti degli incontri di revisione ove ragionare in modo colloquiale sulle difficoltà che inevitabilmente emergono.

Parallelamente alla didattica gli studenti, organizzati in gruppi da tre, affrontano la ‘costruzione’ di un oggetto reale dal rilievo alla modellazione.

Collaboratori

Federico Ghignoni

Il corso di Storia delle comunicazioni visive vuole fornire agli studenti la possibilità di vedere il proprio lavoro in prospettiva, mettendolo in relazione con le trasformazioni storiche del graphic design in Europa e in Nord America dall’inizio del XIX secolo alla fine del XX secolo

Collaboratori

andrea vendetti

Il corso affronterà le basi della tecnica fotografica, del flusso di lavoro digitale e dell’uso delle luci in studio, parallelamente affrontando nelle lezioni di storia e teoria i diversi concetti di fotografia che si sono avvicendati nel tempo. Durante le lezioni verrà realizzato dagli studenti un progetto fotografico per il quale verranno forniti i contributi critici di stimolo ed esempio necessari.

Secondo anno

Primo semestre

Il corso introduce gli studenti al design dell’interazione e alla progettazione di interfacce web (desktop e mobile), conducendoli a comprendere anche gli aspetti culturali e sociali più rilevanti che caratterizzano l’uso della rete oggi.

Docenti

Pietro Costa

Collaboratori

Davide Giorgetta

Dal punto di vista della semiotica, il mondo che ci circonda – fatto di ambienti, di oggetti, di relazioni, di documenti – è concepito come un universo di senso”, ovvero come un ambiente in cui l’uomo si orienta e agisce attribuendo significato a ciò che lo circonda e agli eventi a cui partecipa o a cui assiste. Questo “conferimento di senso” avviene attraverso un processo continuo di interpretazione, di comunicazione, di traduzione, di cui raramente siamo coscienti.

Collaboratori

Giuditta Bassano

Il corso verte sullo studio del comportamento meccanico dei materiali di uso più comune nel campo del design industriale. Lo studente apprende le capacità di base per eseguire la progettazione o la verifica di semplici elementi strutturali, realizzati in materiale metallico, plastico, composito, legno.

Secondo semestre

L’insegnamento ha come obiettivo lo sviluppo nell’allievo della capacità di osservare, studiare e comprendere le leggi che regolano il mondo fisico che lo circonda e per indurlo a cogliere le implicazioni che tali leggi presentano nel disegno industriale di oggetti e di soluzioni progettuali funzionali.

La metodologia operativa denominata Design di comunità adotta un approccio esperienziale, antropologico e partecipato. Gli studenti si immergono nel paesaggio locale accompagnati da guide esperte tra borghi, campi e boschi e traggono ispirazione da luoghi e saperi narrati dal maestro Tonino Guerra. Imparano a farsi interpreti dei valori ambientali, culturali e sociali del luogo. Traducono ispirazioni in prodotti che riattivano relazioni tra natura, abitanti, contadini, artigiani, musei, scuole.

Docenti

Riccardo Varini

Collaboratori

Matteo Giustozzi

Il corso ha come obiettivo lo studio dei metodi e degli strumenti per la progettazione meccanica di prodotti industriali, con riferimento alle problematiche di progettazione funzionale e strutturale ed al calcolo e valutazione delle sollecitazioni e delle deformazioni in relazione alle caratteristiche dei materiali, alla morfologia e alle dimensioni dei componenti e alle problematiche di producibilità.

Docenti

Dario Croccolo

Collaboratori

Stefano Fini

Terzo anno

Primo semestre

Scopo del corso è fornire agli studenti i lineamenti teorici, storici, metodologici e contestuali per inquadrare e leggere criticamente il progetto di design con gli aspetti della contemporaneità e i relativi scenari d’uso e di significato.

Docenti

Ali Filippini

Collaboratori

Luca Morganti

Il corso di Design Management e Comunicazione d’Impresa è strutturato in due moduli relativi ai due argomenti principali, che, pur distinti, affrontano sostanzialmente gli stessi temi, vale a dire l’integrazione tra momento di analisi/strategia e momento creativo e il concetto fondamentale di creatività finalizzata al conseguimento di un obiettivo.

Docenti

Renzo Di Renzo

Il corso ha come obiettivo l’approfondimento e la sperimentazione di strumenti di progetto efficaci per affrontare con la necessaria coscienza e responsabilità una disciplina, quale quella del design del prodotto, che può e deve porsi come centrale in relazione a scenari culturali, economici, sociali ed ecologici in continua e profonda trasformazione.

Collaboratori

Mattia Vettorello

Il corso è dedicato ad acquisire e approfondire gli strumenti necessari per la progettazione di sistemi grafici complessi: tipografia, fotografia, visual design, gestione dei layout, creazione e organizzazione di contenuti.

Docenti

Lucia Roscini

Collaboratori

Ilaria Ruggeri

Secondo semestre

Il corso prevede di insegnare la lingua inglese con particolare riguardo al linguaggio specifico del settore di design industriale, in modo che gli studenti siano in grado di svolgere la loro attività a livello internazionale. Alla fine del corso gli studenti saranno in grado di esprimere le loro idee attraverso il linguaggio parlato e scritto. Inoltre sapranno comprendere immediatamente il senso del discorso in lingua inglese, tradurre testi, e trattare argomenti relativi alla produzione, dal brief iniziale sino alla commercializzazione del prodotto finale.

Lo stage curricolare rappresenta la prima apertura dello studente al mondo del lavoro. Ogni studente del Corso di laurea triennale svolge, durante il secondo periodo didattico del terzo anno, uno stage obbligatorio di 400 ore presso aziende, studi professionali e istituzioni che operano nel campo del design.