UNIRSM Design News Tesi di laurea selezionate da ADI INDEX in mostra a Udine

Tesi di laurea selezionate da ADI INDEX in mostra a Udine

MOSTRA ADI DESIGN INDEX 2012 – verso il Premio Compasso d’Oro

3 Tesi del Corso di Laurea in disegno industriale sono in Mostra a Udine:

Stereotype di Marianna Calagna, Rollgrip di Massimo Gardella, La lettera è immagine di Laura Tentoni,

i progetti sono stati sviluppati nel Laboratorio di tesi tenuto dai professori Massimo Pitis, Gianni Sinni e Sergio Brugiolo per la grafica e da Massimo Brignoni, Riccardo Varini e Francesco Tencalla per il prodotto.

La Mostra  è stata inaugurata a Udine il 15 giugno.

E’ la prima volta che la pubblicazione Index può avvalersi anche di una Mostra, in attesa della presentazione finale che avverrà in occasione della celebrazione del prossimo Compasso d’Oro. In questo caso l’opportunità nasce dall’incontro con la Camera di Commercio di Udine che ha voluto utilizzare la Mostra nell’ambito del programma di iniziative DESIGN – UD previste nei prossimi due mesi. È significativo che una Camera di Commercio territoriale si faccia promotrice di un’iniziativa di livello nazionale. Ci auguriamo che quest’esempio sia di stimolo ad altre realtà locali per la valorizzazione di un lavoro come quello rappresentato dall’Index, in grado di evidenziare l’eccellenza creativa e imprenditoriale. 

Una occasione per ADI per dare visibilità ulteriore ai prodotti selezionati, con ricaduta positiva i loro progettisti e gli imprenditori.

L’inaugurazione della Mostra, che resterà aperta due mesi, aprirà un programma più ampio di incontri sviluppati a cura delle Delegazioni Friuli Venezia Giulia e Veneto Trentino Alto Adige, utili a fare incontrare il pubblico con i protagonisti del design, autori dei prodotti esposti.

La Mostra dei prodotti selezionati da ADI Design Index 2012, realizzata a cura di ADI nella bellissima Chiesa di San Francesco, farà da sfondo ad un’altra serie di iniziative sul tema promosse da altri Enti in collaborazione con la Camera di Commercio. L’organizzazione della Mostra in capo a ADIPer si inserisce nel progetto di valorizzazione continua dei prodotti selezionati annualmente dall’Osservatorio nel percorso di avvicinamento al Premio Compasso d’Oro triennale.

Stereotype di Marianna Calagna – Seguendo criteri di associazione inediti tra i diversi caratteri e le rispettive figure umane, il progetto Stereotype intende agevolare la memorizzazione e l’immediata riconoscibilità delle varie font, associando ciascuna di esse a un personaggio evocativo dell’universo simbolico e figurativo al quale appartiene il carattere (la sua funzione, la sua origine storica, il suo disegno. Uno spunto importante è stato il lavoro fatto da Erick Spieckermann per alcuni caratteri tipografici in Stop Stealing Sheep). Le varie classificazioni effettuate nel corso degli anni, oltre a non aver fornito una categorizzazione universale e definitiva delle font, si basano su elementi fortemente specifici, riguardanti la forma dei tratti terminali delle lettere, lo spessore dei tratti ascendenti e discendenti e la loro inclinazione. Se una font è evocativa rispetto al contesto testuale, significa che se ne è fatto un utilizzo coerente, se non vi sono nessi tra testo e carattere, o se la relazione è ridotta al minimo, il lettore non risponderà prontamente al messaggio o addirittura lo rifiuterà.

Rollgrip di Massimo Gardella – Rollgrip reinterpreta un sistema di protezione antigrandine utilizzato per i vigneti e lo applica, con opportune modifiche, ai meleti. Per sicurezza sarà aumentata la sezione del tubolare, e utilizzato un materiale, PVC-C, che presenta migliori caratteristiche di resistenza agli agenti atmosferici e alla temperatura. Per garantire l’avvolgimento, la placchetta di unione delle reti dovrà necessariamente presentare una sezione circolare e permettere l’inserimento di un tubolare atto a trasmettere la rotazione applicata con una manovella. L’accoppiamento tra le placchette prevede un blocco di sicurezza a 25° per evitare che queste possano sganciarsi. Sotto il peso del sistema, le placchette tendono ad allontanarsi evitando così lo scorrimento. Realizzata attraverso stampaggio a iniezione, la placchetta presenterà un costo maggiore rispetto a quelle attuali, giustificato però dall’aggiunta di una funzione (la possibilità di ruotare).

La Lettera è immagine di Laura Tentoni – “La Lettera è immagine. Sezione antologica: Vite in viaggio, percorsi ad un’educazione alla cittadinanza planetaria”: il titolo della tesi introduce con efficacia i contenuti di questo libro di sole parole, in cui ciascuno scopre se stesso attraverso le storie degli altri. I racconti sono racchiusi in un “libro nel libro”, con l’immagine di una pagina reale posta al centro della gabbia. Le frasi tratte dai brani che richiamano esperienze e valori universali sono affidate a una grafica decisa e immediata. Illustrazioni tipografiche intervallano i racconti e suggeriscono come anche le lettere siano forme, veicolo d’immagini, portatrici di senso. I colori che dominano l’intera impaginazione (rosso, bianco e nero) sono forti e simbolici e si collegano facilmente alle emozioni di chi legge. Gli stessi colori sono protagonisti delle illustrazioni tipografiche che intervallano i racconti. Anche l’indice è inusuale: fa da guida non il numero di pagina ma la carta geografica, sulla quale è segnato il Paese d’origine dell’autore, adottando un’infografica che riconduce al viaggio, viaggio come scoperta, incontro, conoscenza di sé e degli altri.

mostra

Chiesa di San Francesco

Udine, 15 giugno – 15 agosto 2013

orario – tutti i giorni 17:00 – 21:00

sabato anche alla mattina ore 10:00 – 14:00

 

prova